giovedì 14 novembre 2019

scritto da .

Il Penne spreca, l'Alba ringrazia e porta a casa un punto (1-1)

Il Penne spreca, l'Alba ringrazia e porta a casa un punto (1-1) Il Penne spreca, l'Alba ringrazia e porta a casa un punto (1-1)

Il Penne spreca l'impossibile, l'Alba ringrazia sblocca il match nell'unica palla utile della partita riportando a casa un punto di platino. Biancorossi che recriminano per le tante palle gol fallite: la prima, in apertura, con Leccese; ospiti avanti al primo affondo con Miani che concretizza la solita amnesia su calcio piazzato. Poi ancora Penne: D'Alonzo (miracolo di Petrini) e ancora Leccese nella prima frazione, doppia occasione Cacciatore-Leccese nella seconda prima del pari dello stesso Cacciatore. Provvidenziale poi l'intervento di un difensore ospite che evita la sconfitta liberando davanti alla linea di porta un colpo di testa di Lucao.

Cacciatore ancora non al meglio stringe i denti e scende in campo, Iodice rispolvera così il 4-3-1-2 riproponendo dal primo minuto Grande (2003) a centrocampo, affidandosi al tandem d'attacco Leccese-Pollino, con Calderaro in panchina.
Sul fronte opposto mister Cichella schiera Miani come unico riferimento avanzato appoggiato da Petrarulo, con Passamonti e Cichella schierati esterni sulla linea dei centrocampisti.

Penne subito deciso e differenza tecnica in campo che pare palese: dopo appena cinque minuti Leccese cestina una palla gol incredibile; magia di Cacciatore che libera di tacco Reale il cui tocco centrale viene agganciato da El Tractor che in area ha tutto il tempo di stoppare e girarsi, ma la conclusione termina incredibilmente a lato.
La dura legge del calcio trova subito compimento sul capovolgimento di fronte: sgroppata di Cichella che va a conquistarsi un corner, sugli sviluppi dello stesso il pallone termina sui piedi del temibile bomber Miani che incrocia la conclusione in area, D'Amico è superato sulla traiettoria c'è D'Alonzo che tuttavia non riesce ad evitare la carambola in rete che porta avanti gli ospiti.
Biancorossi che non si scompongono ed al 13' creano subito una clamorosa doppia palla gol: prima è provvidenziale l'estremo Petrini che vola alla sua sinistra a disinnescare in corner un colpo di testa a botta sicura di D'Alonzo; poi è Leccese che conferma la sua giornata no quando sugli sviluppi dello stesso angolo raccoglie sul secondo palo una smanacciata di Petrini ma di testa da due passi non inquadra la porta. 
Penne che sembra in grado di pareggiarla da un momento all'altro, l'Alba non punge ma con il passare dei minuti riesce ad anestetizzare un match il cui primo tempo si chiude sullo 0-1.

Al rientro dagli spogliatoi Iodice manda in campo Coletta al posto di Reale passando ad un 4-2-3-1 a trazione offensiva: dopo appena tre minuti occasione limpidissima per i locali creata proprio dal guizzante Coletta che si invola sulla destra entra in area e tocca centralmente per Cacciatore, che controlla e calcia, Petrini in tuffo disperato respinge la sfera che rimane all'interno dell'area piccola dove irrompe Leccese che calcia ancora di prima intenzione ma trova la provvidenziale deviazione di un difensore ospite.
In campo nel frattempo entrano anche Testi e Lucao che regalano maggior peso offensivo e centimetri; al 24' punizione di Cacciatore che termina alta. Al 27' arriva invece il meritato pareggio con Cacciatore che raccoglie in area un cross stoppa in bello stile ed al volo infila con un tocco di piatto l'estremo ospite. La rete del pari galvanizza il Penne che inizia ad attaccare a testa bassa sospinto dal pubbico. Il sorpasso sembra materializzarsi al 33' quando Lucao in area svetta più in alto di tutti su azione d'angolo, il suo colpo di testa supera Petrini ma trova il provvidenziale intervento di un difensore ospite a liberare davanti la linea di porta. Iodice prova il tutto per tutto nel finale mettendo dentro anche Calderaro al posto di Matteo D'Amico, il forcing tuttavia perde di lucidità ed il gioco è continuamente spezzettato da un pò di nervosismo e degli scontri di gioco che costringono gli ospiti al cambio.

Malgrado i sei minuti di recupero i biancorossi cestinano qualche occasione di troppo in fase di impostazione ed alla fine devono accontentarsi di un pareggio che ai punti lascia tantissimo amaro in bocca. Gli ospiti riportano a casa invece un punto che sa di vittoria e che permette ai rossoverdi di dare continuità di risultato e muovere la classifica.

IL TABELLINO:

PENNE-ALBA ADRIATICA 1-1 (0-1)

PENNE: D'Amico C, D'Intino D (25'st Lucao), Filippone, D'Alonzo, D'Addazio, D'Amico M (41'st Calderaro), Pollino (14'st Testi), Grande, Leccese, Cacciatore, Reale (1'st Coletta). A disposizione: D'Intino G, Colangeli, Rossi, Di Fazio, Bianchini. Allenatore: Iodice

ALBA ADRIATICA: Petrini, Di Nicola (33'pt Picone), Schiavoni (48'st Di Renzo), Lahbi (36'st Di Sante), Fabrizi, Emili L, Foglia, Passamonti, Miani, Petrarulo (29'st Pantoni), Cichella. A disposizione: Verissimo, Riccitelli V, Riccitelli P, Emili G. Allenatore: Cichella

Arbitro: Cavacini di Lanciano

Reti: 8'pt Miani (Alba Adriatica), 27'st Cacciatore (Penne)

Ammoniti: D'Intino D, D'Alonzo, Reale (Penne), Emili L, Picone (Alba Adriatica)




© riproduzione riservata