• Classifica Promozione (girone B)
ps squadra pt g v n p gf gs
1 Turris Calcio Val Pescara 28 11 9 1 1 27 14
2 Città di Teramo 26 11 8 2 1 24 10
3 Favale 1980 22 11 7 1 3 16 8
4 Lauretum 1952 18 11 6 0 5 20 13
5 Penne 1920 17 11 5 2 4 20 16
6 Rosetana Calcio 16 12 4 4 4 21 22
7 Fontanelle 16 11 5 1 5 16 18
8 Piano della Lente 15 11 4 3 4 23 23
9 New Club Villa Mattoni 15 11 4 3 4 22 22
10 Mosciano Calcio 14 11 4 2 5 20 21
11 Mutignano 13 11 2 7 2 13 14
12 Pianella 2012 12 12 3 3 6 13 18
13 Elicese 8 12 1 5 6 15 25
14 Morro D'Oro 6 11 1 3 7 12 21
15 Casoli 1966 6 11 1 3 7 14 31
Promossa Playoff Playout Retrocessa
  • Risultati 12ª giornata — Promozione
Casa Ospite
sabato 26 novembre 2022 — 14:30
Turris Calcio Val Pescara 2 2 Pianella 2012
domenica 27 novembre 2022 — 14:30
Casoli 1966 2 2 Piano della Lente
Elicese 0 2 Penne 1920
Favale 1980 1 0 Mosciano Calcio
Fontanelle 2 1 Morro D'Oro
Lauretum 1952 1 2 New Club Villa Mattoni
Rosetana Calcio 2 2 Mutignano
Riposa: Città di Teramo
Risultati aggiornati al: 27 nov 2022
  • 13ª giornata — Promozione
casa ospite
domenica 04 dicembre 2022 — 14:30
Morro D'Oro Turris Calcio Val Pescara
Mosciano Calcio Fontanelle
Mutignano Lauretum 1952
New Club Villa Mattoni Casoli 1966
Penne 1920 Rosetana Calcio
Pianella 2012 Città di Teramo
Piano della Lente Favale 1980
Riposa: Elicese

Penne. Che riscatto! Travolto il Fontanelle 5-2

Un Penne travolgente rifila una perentoria cinquina al malcapitato Fontanelle nell'esordio stagionale tra le mura amiche, e riscatta con gli interessi la scialba prestazione della settimana precedente. Gara senza storie quella andata in scena al "Colangelo" con l'uragano biancorosso che si abbatte sul Fontanelle già nella prima frazione chiusa avanti 3-0 grazie a Di Domizio, Cacciatore e Rossi, con il portiere ospite sugli scudi a limitare il passivo. Nella ripresa arriva subito il poker di Di Martino, prima di un calo di tensione che regala due reti agli avversari ed il sigillo finale di Cacciatore che ristabilisce le distanze da calcio piazzato.

Dopo una settima travagliata, causa l'infelice esordio in quel di Sant'Egidio, mister Pavone ricompatta i suoi, recupera Sablone che scende in campo dal primo minuto, ma non Buffetti che va in panchina ma di fatto non è disponibile; ancora out Iannascoli, Surugiu e Di Simone che sconta l'ultima giornata di squalifica. Le variazioni sul tema riguardano, oltre a Sablone, anche l'inserimento di Serti che si prende la maglia da titolare in attacco affianco a Di Domizio a discapito di Spadafora che parte dalla panchina. 

Prima del fischio d'inizio un minuto di raccoglimento dedicato alla memoria della signora Maria Canevali, venuta a mancare in settimana all'età di 96 anni, storico ed appassionato volto del tifo biancorosso. Particolarmente toccante il momento della deposizione di un mazzo di fiori in sua memoria, in presenza dei nipoti capitan Francesco D'Addazio e di Luca Pilone, dietro quella porta in cui la signora amava così tanto seguire le gesta dei biancorossi.

Il Penne scende in campo subito convinto, deciso a riscattarsi dopo l'infelice esordio, e già dai primi minuti si nota la differenza di passo tra i biancorossi e gli ospiti che scendono al "Colangelo" forti della vittoria 2-0 all'esordio, decisi a continuare la marcia nelle zone alte della classifica dopo la cocente delusione degli spareggi promozione persi la passata stagione.
L'andazzo della gara è tuttavia subito chiaro ed i biancorossi partono a spron battuto mettendo spesso in difficoltà la retroguardia teramana, pericolosa solo su calcio piazzato di Di Sante che si infrange sulla barriera.
I ragazzi di mister Pavone iniziano a spingere sull'acceleratore, e da qui non c'è più partita: al 10' uno scatenato Di Domizio, il migliore in campo in assoluto nella prima frazione, fa le prove tecniche del gol con un fendente dal limite che si spegne a lato di un soffio.
Al 15' però l'attaccante biancorosso non fallisce quando parte in contropiede, si accentra e disegna una traiettoria imprendibile per Camaioni che si infila sotto l'incrocio e sblocca il risultato, un vero capolavoro che da il là al successivo monologo pennese.
Il Fontanelle è frastornato e dopo soli due minuti è l'estremo Camaioni a tenere a galla i suoi con un prodigioso intervento su Serti che calcia in area da due passi. Ancora Camaioni protagonista al 21' quando la palla buona capita sui piedi di Cacciatore, ma un altro intervento prodigioso nega il raddoppio pennese.
Dopo una buona chance per gli ospiti al 23'  il Penne straborda: al 30' è ancora Di Domizio protagonista che entra in area dalla sinistra ed appoggia un cioccolatino a centro area che Cacciatore spinge in rete per il gol del raddoppio.
Passano cinque minuti è c'è gloria anche per Rossi che cala il tris raccogliendo un invito di Serti dalla sinistra sul secondo palo appoggiando in rete da due passi.
Tutto facile per i biancorossi mentre gli ospiti di fatto spariscono dal campo, ingabbiati dalla mediana biancorossa che giganteggia.

Al rientro dagli spogliatoi si aspetta la scossa ospite ma la dinamica dell'incontro non muta con il poker biancorosso firmato da Di Martino che di testa in tuffo, sul secondo palo, infila importa su piazzato di Cacciatore.
Penne in completo controllo del match, che tuttavia ha il torto di concedersi cinque minuti di blackout in cui gli ospiti tornano in partita: in tre minuti infatti Di Sante prima infila in mischia, poi realizza un calcio di rigore discutibile assegnato dalla signora Bomba di Lanciano. L'uno-due galvanizza gli ospiti che vanno ancora vicini al gol con Bontà su cui D'Intino si supera, il Penne tuttavia risponde e prima sfiora la quinta rete con Spadafora su cui Camaioni ancora una volta si supera, poi chiude di fatto i giochi con un piazzato di Cacciatore che firma la sua doppietta personale infilando l'estremo ospite da calcio piazzato azzeccando l'angolino.
Il gol del 5-2 spegne del tutto le velleità dei teramani, tanto che i biancorossi sfiorano a più riprese la sesta rete con Reale (tiro di poco a lato) e Spadafora che dal limite manda alto.
Unico neo l'espulsione di Reale per doppio giallo nel finale di gara, che negherà al centrocampista biancorosso la delicata trasferta di domenica in casa della Turris Val Pescara.

Al triplice fischio grande soddisfazione in casa biancorossa, una vittoria e netta e mai in discussione, al cospetto di una delle squadre più attrezzate del campionato.

PENNE-FONTANELLE 5-2 (3-0)

PENNE: D'Intino, Di Martino, Petrucci (31'st Cirone), Sablone (15'st Grande), D'Addazio, Sichetti, Rossi (42'st Barlaam), Reale, Serti (31'st Di Pentima), Cacciatore, Di Domizio (10'st Spadafora). A disposizione: Falzano, Carminelli, Fonticoli. Allenatore: Pavone

FONTANELLE: Camaioni, De Luca, Arveda, Tarquini, Capretta, Marcozzi, Maranella (38'st De Remigis), Spahiu (20'pt Perini), Bontà E, Di Sante, De Rosa. A disposizione: Cerasi, Calvarese, Sulaj, Olivieri, Ciarrocchi, Bontà M, Francia. Allenatore: Capitanio

Arbitro: Bomba di Lanciano

Reti: 15'pt Di Domizio (P), 30'pt Cacciatore (P), 35'pt Rossi (P), 8'st Di Martino (P), 15'st Di Sante (F), 18'st rig.Di Sante (F), 28'st Cacciatore (P)

Ammoniti: Tarquini, Capretta (Fontanelle), Di Martino, Reale (Penne)

Espulso: al 46'st Reale per somma di ammonizioni

Fonte: https://Ufficio Stampa Penne