sabato 23 giugno 2018

Prima Categoria

scritto da .

Gir.A. Vincono tutte le cinque di testa. Il Cesaproba fa suo lo scontro salvezza

Gir.A. Vincono tutte le cinque di testa. Il Cesaproba fa suo lo scontro salvezza Gir.A. Vincono tutte le cinque di testa. Il Cesaproba fa suo lo scontro salvezza

Cinque vittorie, venti reti realizzate solo due subite. E' il bottino che le prime cinque compagini del girone A di Prima Categoria fanno registrare al termine della 24^ giornata.

Numeri da applausi quelli che Tornimparte, Villa Sant'Angelo, San Benedetto Venere, New Team Pizzoli e Pro Celano settimanalmente fanno registrare e dovranno confermare per poter a questo punto sognare il salto di categoria.

Cinquina senza storia, che vendica la sconfitta nell'infrasettimanale contro il Barrea, quella della New Team ai danni dei cugini aquilani del Moro Paganica. In rete i soliti Piri, Giannuzzi e Cicchetti. De Paolis aveva aperto le danze già dopo appena cinque minuti.

Dopo un primo tempo chiuso in svantaggio per via del gol di Gioia al San Benedetto Venere basta un tempo e un super Zarini per avere la meglio sul Genzano che di positivo in questa stagione ha coltivato davvero tanto. Ai gol dell'esterno marsicano si aggiungono anche le marcature di Odoardi, autore del momentaneo 1-1 e quella di Partemi per il definitivo 1 a 4.

E' una rete di Alessandro Miocchi a decidere invece il big match di Scoppito tra Tornimparte e Villa San Sebastiano. Rete questa che permette alla compagine biancorossa, che in settimana ha festeggiato insieme alle vecchie glorie biancorosse, di restare in vetta solitaria a +2 dulla vice capolista Villa Sant'Angelo.

Nerazzurri che con capitan Sperandio travolgono anche il fanalino di coda Vallelonga. Dopo il 4-1 sul Pizzoli il Villa Sant'Angelo si conferma grande anche sette giorni dopo calando il poker con l'ennesima doppietta del capocannoniere De Michele, Sebastiani e appunto Marco Sperandio.

Pareggia 0-0 la Valle Aterno Fossa contro un Real Carsoli che continua ad alternare vittorie a brusche frenate. Un pareggio che fa morale in casa Valle Aterno e che spedisce momentaneamente fuori dal discorso promozione la compagine della presidentessa Alessandra Testa.

Nel limbo centrale della classifica, si registra la quarta vittoria consecutiva per il Tagliacozzo ai danni del Barrea. Zangari sblocca il match intorno alla mezz'ora del primo tempo, il solito Crescimbeni fa 2-0 su calcio di rigore e Rubini mette la parola fine alla pratica Barrea. Biancoverdi che rimettono quindi la freccia sulla squadra di mister Mapelli che in settimana aveva operato il sorpasso proprio ai danni dei marsicani.

In coda fa festa anche il Cesaproba che si aggiudica lo scontro salvezza contro il Pizzoli. 2-1 il finale con le reti di Ciotti per i padroni di casa al quarto d'ora, pareggia il Pizzoli con Grasso, ma Moroni a sette dal termine consegna l'intera posta in palio alla truppa del presidente Francesco Durastante che infligge ai cugini rossoblù il terzo stop consecutivo.

Cesaproba che guadagna tre punti sul Pizzoli, e sorpassa i cugini del Capitignano che nell'anticipo di Sabato crollano contro la corazzata Pro Celano di mister Morgante.

In rete per i celanesi Marfia, Mascigrande autore di una doppietta così come anche Bafile e gol di Vittorio Mascitti.

 




------© riproduzione riservata