lunedì 19 novembre 2018

Prima Categoria

scritto da .

L’Aquila, Di Francia: ‘A Celano unico vero derby. Pubblico arma in più’

L’Aquila, Di Francia: ‘A Celano unico vero derby. Pubblico arma in più’ L’Aquila, Di Francia: ‘A Celano unico vero derby. Pubblico arma in più’

Sarà quello del Piccone il big match di giornata nel girone A di Prima Categoria. L’Aquila, prima in classifica, farà visita al Celano, che la segue ad un solo punto, col San Benedetto pronto ad approfittarne nello scontro col Tagliacozzo.

Per l’incontro è stata disposta (LEGGI QUI) la prevendita (iniziata oggi pomeriggio a buon ritmo) dei 250 tagliandi riservati ai supporters aquilani.

Amarcord. L’ultima presenza massiccia dei tifosi rossoblù al Piccone risale al 17 aprile 2011 (LEGGI QUI), quando circa 400 aquilani, caricati dalla rincorsa alla zona play off e dalle parole spese alla vigilia da un certo Walter Piccioni, che poi in campo trascinò letteralmente la squadra, spinsero L’Aquila alla vittoria per 2 a 0 (Alessio Stamilla e Vito Falconieri). Fu la quarta vittoria consecutiva di Maurizio Ianni, subentrato a Bitetto, e forse la molla che poi portò alla semifinale play off di Prato. E anche l’occasione in cui il popolo rossoblù più verace si abbandonò nel settore ospiti ad una indimenticabile rappresentazione goliardica alla Braveheart. 

Quel derby, di ben quattro categorie superiore (l’allora Seconda Divisione), lo giocò anche Nicola Di Francia, che domenica tornerà al Piccone da capitano.

“All’epoca la fascia in campo ce l’aveva Ruscitti - ricorda con una certa emozione capitan Di Francia - La indossai in diverse occasioni nel corso di quella stagione, ma averla al braccio da inizio stagione per me è un onore particolare, sono tornato per questo. Di quella partita mi ricordo anche Marfia e Villa (giocano sempre nel Celano), sarà un piacere rincontrarli. E poi ricordo bene una vittoria sofferta ma meritata e tanta gente sugli spalti. Finì con noi sotto al settore ospiti a cantare “l’aquilano si deve alzare”. Fu un’emozione bellissima, lì si creó quell’afflato col pubblico che poi portó a Prato quasi mille persone.

Il nostro pubblico? Ci sta dando tanto da inizio stagione, anche domenica sotto la pioggia sono rimasti compatti ad incoraggiarci. Ma domenica sarà diverso perché in un contesto di incontri tutti provinciali, sarà l’unico vero derby della stagione. Il popolo rossoblù è capace di grandi slanci, nonostante le mazzate. Ci dovrà spingere ad arrivare per primi sulla palla, dovranno essere i tifosi la nostra arma in più.

Anche perché - conclude Di Francia - ci attendono tre partite difficilissime e questo sarà il momento di dimostrare che questa squadra e questa piazza non meritano questa categoria. Come ha detto mister Cappellacci finora non abbiamo dimostrato ancora niente. Facciamolo insieme”.

Alessandro Fallocco




------© riproduzione riservata