giovedì 14 novembre 2019

scritto da .

Real Giulianova, Di Paolo saluta: ‘Piazza meravigliosa, grazie a tutti’

Real Giulianova, Di Paolo saluta: ‘Piazza meravigliosa, grazie a tutti’ Real Giulianova, Di Paolo saluta: ‘Piazza meravigliosa, grazie a tutti’

Le strade tra il Real Giulianova e Francesco Di Paolo si separano. Il bomber classe ‘94 di Camerata Nuova, in una commuovente lettera, ha reso noto che per la prossima stagione non sarà più un giocatore giallorosso.

Innumerevoli le emozioni, i gol fatti e i trofei alzati assieme. Di Paolo accettò il progetto giuliese nel dicembre del 2016, quando il Real era in Promozione. Con i giallorossi l’ attaccante ha messo in bacheca due campionati (Promozione 2016/2017, Eccellenza 2017/2018), una Coppa Italia Promozione (2016/2017), una Coppa Mancini (2016/2017), e una Coppa Italia Dilettanti (2017/2018). Quest’ anno in Serie D, lottando assieme ai giuliesi alla conquista della salvezza nel massimo campionato dilettantistico, oltre ad arrivare alla finale di Coppa Italia persa contro il Messina. Di seguito le parole toccanti dell’ attaccante rivolte a tifoseria, società e ai suoi ex compagni di squadra. Lo stesso Giulianova lo ringrazia per le due stagioni e mezzo passate assieme.

Sono venuto a Giulianova due anni e mezzo fa, con l’ obiettivo di riportarlo nelle categorie che gli competono. Abbiamo vinto tutto quello che c’ era da vincere, tra Promozione, Eccellenza, abbiamo raggiunto una salvezza sofferta in Serie D e siamo stati ad un passo da una finale storica di Coppa Italia (il mio più grande rimpianto). Oggi a malincuore è arrivato il momento di salutarvi. Vado via con la consapevolezza di aver dato sempre il 100% per questa maglia. Ringrazio il presidente Luciano Bartolini che mi ha dato possibilità di giocare in una piazza così prestigiosa, tutti i miei compagni di squadra e tutte le persone che ho incontrato in questo percorso meraviglioso. Infine ci tenevo a ringraziare voi tifosi, siete unici, vi porterò sempre con me. Auguro il meglio a tutti. Forza Giglie.”




© riproduzione riservata