• Classifica Terza Categoria (girone A)
ps squadra pt g v n p gf gs
1 Tirino Bussi 42 14 14 0 0 69 15
2 Majella United 28 14 8 4 2 26 17
3 Monticchio 88 27 14 8 3 3 32 19
4 Atletico Amiternum 24 14 7 3 4 34 20
5 Coppito Calcio 19 14 5 4 5 35 27
6 Collebrincioni 19 14 6 1 7 18 23
7 Sangregoriese 15 14 3 6 5 32 36
8 United L'Aquila 14 14 3 5 6 24 32
9 Peltuinum 6 14 1 3 10 12 33
10 Pretara 1 14 0 1 13 12 72
Promossa Playoff Playout Retrocessa
  • Risultati 14ª giornata — Terza Categoria
Casa Ospite
sabato 17 febbraio 2024 — 15:00
Coppito Calcio 4 1 Peltuinum
domenica 18 febbraio 2024 — 15:00
Atletico Amiternum 3 1 Sangregoriese
Majella United 1 0 Pretara
Monticchio 88 2 1 Collebrincioni
United L'Aquila 1 6 Tirino Bussi
Risultati aggiornati al: 18 feb 2024
  • 15ª giornata — Terza Categoria
casa ospite
domenica 03 marzo 2024 — 15:00
Collebrincioni Majella United
Peltuinum Atletico Amiternum
Pretara United L'Aquila
Sangregoriese Monticchio 88
Tirino Bussi Coppito Calcio

Tirino Bussi. Il presidente Galante: 'La rinascita calcistica a Bussi riparte da noi'

Nel cuore d'Abruzzo, un piccolo paese ha visto il calcio risorgere dalle ceneri grazie alla determinazione e alla passione dei suoi giovani. Bussi, un tempo privo di una squadra calcistica, ha assistito a una rivoluzione sportiva orchestrata dai suoi stessi abitanti appassionati calcio.

"Tutto è cominciato con l'intraprendenza di alcuni ragazzi che, stanchi di vedere il loro paese privo di una squadra locale, hanno deciso di prendere in mano le redini e rilanciare il calcio bussese. È così che hanno contattato un volto noto nella comunità calcistica locale, il mister Tiziano D’Ortenzio, che ha accettato con entusiasmo la sfida di allenare la neo-formata Tirino Bussi.

Il sostegno del mister è stato fondamentale: rinunciando a proposte allettanti provenienti da altre località, ha deciso di investire la sua esperienza e la sua passione nel progetto calcistico di Bussi. Grazie alla sua guida esperta, la squadra ha preso forma, reclutando giovani talenti locali e formando uno staff tecnico di prim'ordine." Questo il primo concetto che ci ha rappresento il presidente Lino Paride Galante (in foto) nel piacevole confronto avuto sul momento splendente del Tirino Bussi. La squadra guida incontrastata il giornata A di Terza categoria: 13 gare giocate, 13 vittorie; miglior difesa con appena 14 gol subiti e miglio attacco. 

"Ciò che ha reso speciale questa squadra è stata la combinazione di serietà e amicizia che ha permeato ogni aspetto del loro percorso. La solidità del gruppo è stata la chiave del loro successo, permettendo loro di superare ogni ostacolo con determinazione e unità." - il presidente essendo uomo di affari non lascia nulla al caso- "  Oltre ai giocatori e allo staff, un ruolo fondamentale è stato giocato dagli sponsor, che hanno creduto nel progetto e hanno contribuito finanziariamente a rendere possibile la costituzione della squadra. Senza il loro sostegno, la Tirino Bussi non avrebbe potuto raggiungere i traguardi che oggi festeggia."

"E non possiamo dimenticare il calore e l'entusiasmo dei tifosi di Bussi, che hanno abbracciato la squadra con affetto e passione, riempiendo gli spalti ad ogni partita e trasformando il campo da gioco in un focolare di tifo e sostegno."

Figura centrale nel coordinare gli sforzi e nel garantire il successo del progetto calcistico di Bussi è sicuramente quella del presidente Lino Paride Galante. Il numero uno dei giallorossi, con la sua pluriennale esperienza imprenditoriale che spazia dal campo della ristorazione a quella agricola e sindacale, nonchè al suo impegno e alla sua dedizione ha fatto rinascere il calcio a Bussi, portando gioia e orgoglio a tutta la comunità.

Il cammino della Tirino Bussi è appena iniziato, ma i suoi risultati finora ottenuti sono la prova tangibile che con determinazione, passione e unità, ogni obiettivo può essere raggiunto. Guardando al futuro la promozione in Seconda categoria è ad un passo ma nel vedere l'entusiasmo creato il progetto è quello di consolidare i successi ottenuti e puntare sempre più in alto, portando il nome di Bussi ai vertici del calcio locale.